Archeologia e umanità

20,00

Ordinato l'ultima volta 6 giorni fa
5 persone stanno visualizzando questo prodotto
I tempi di consegna sono normalmente 7/10 giorni dal ricevimento del pagamento
Se ordini oggi puoi riceverlo tra mercoledì 8 Giugno e lunedì 13 Giugno

Archeologia e umanità | Dorgali tra Ottocento e Novecento

Analisi storiografica di Giacobbe Manca

  • Copertina flessibile: 304 pagine
  • Editore: Sardegna Antica C.S.C.M. (30 maggio 2014)
  • Lingua: Italiano
  • ISBN-13: 978-8890861413

Il lettore…

In questo libro troverà il percorso archeologico fatto dagli studiosi in oltre un secolo e mezzo di ricerche e studi riguardanti il territorio di Dorgali, (e ciò vale anche per l’Archeologia nel suo complesso).

Per questo studio, tra storiografia archeologica e società, si analizzano in chiave critica l’evoluzione è i limiti delle conoscenze del settore, sul filo di tutte le pubblicazioni accademiche riguardanti Dorgali: dagli “albori” al secondo dopoguerra.

Ogni attore è presentato con una breve biografia e gli scritti prescelti sono vagliati nel testo; altri sono proposti funzionalmente, in versione integrale, in un’Appendice.

Gli scritti proposti, da quelli di non facile reperibilità a quelli contemporanei, riguardanti il territorio detto, sono storicizzati e sottoposti ad analisi attraverso un’ottica nuova, più concreta di quanto proviene dal passato, secondo regole archeologiche propugnate da un autore considerato “eretico”, ma rispettoso della “scientificità”.

Il tragitto storiografico e disciplinare è qui poroposto come un racconto, quasi un romanzo, tra scritti d’epoca e notazioni critiche volte all’attualizzazione.

Per meglio comprendere il carattere di quest’opera, che ben travalica l’orizzonte dei monumenti di Dorgali, si propone un breve brano tratto dagli appunti proposti dal socio fondatore G. Secci per la commemorazione dell’Unitre di Dorgali nel suo decennale, occasione per la quale questo libro è stato sostenuto.

.. Colui che non canta nel “coro”, ma orgogliosamente e razionalmente vuole fare il “solista”, lontano dalle lusinghe della carriera — soprattutto propedeutiche al lucro e alla superbia cattedratica avrà decisamente un percorso molto accidentato. Il razionalmente onesto e non colluso col potere e col denaro avrà sempre riconoscimenti tardivi.

Albert Einstein diceva “… è più facile fare la scissione dell’atomo che quella del pregiudizio”.

Tutti quelli che come G. Manca sono ancorati alla ricerca scientifica e non alla ripetizione di parole d’ordine, spesso pregiudizi derivati di studi ottocenteschi fondati talvolta sulle suggestioni discese da estrapolazioni di autori classici, potranno un giorno illuminare lo studio della Preistoria sarda.

Si deve, insomma, suscitare l’interesse a voler leggere i segni della comune preistoria, anche oltre l’orizzonte del proprio campanile. non più come mute e immemori presenze, ma come patrimonio che fa luce sul passato, da cui discende il modello peculiare e sociale del territorio!

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Archeologia e umanità”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *